Tecnologia e Diagnostica per Immagini: nuovi schermi olografici con immagini 3D in medicina e chirurgia.
news

Immagini in 3D: gli schermi olografici scalzeranno le ecografie

Le ecografie, sistemi di indagine diagnostica che sono fondamentali per i professionisti in campo medico come i ginecologi ed i chirurghi, in un futuro non lontano potrebbero essere sostituite da tecnologie che basate sugli ologrammi in 3D. A questo sta in particolare lavorando la Philips in partnership, per quel che riguarda le attività di ricerca e sviluppo nel settore, con la RealView Imaging Ltd, una società israeliana.

Applicazioni nel campo della diagnostica

Scendendo più nel dettaglio, l’obiettivo è quello di andare a sviluppare dei sistemi e delle tecnologie che, sfruttando da un lato i raggi X e dall’altro gli ultrasuoni, permettano di ricavare degli ologrammi in 3D, utili ad esempio per l’osservazione del feto o per poter mostrare ai chirurghi  il cuore dei pazienti attraverso uno schermo.

Dire addio alle ecografie, e lasciare il posto alle immagini in 3D, potrà permettere per esempio alle mamme di vedere il feto in grembo in maniera realistica come non mai.  Grazie agli schermi olografici inoltre sono già stati effettuati test sul cuore. Questo è avvenuto a Petah Tiqwa – città che si trova a nord est di Tel Aviv – e precisamente presso lo Schneider Children’s Medical Center, dove è stata utilizzata proprio la tecnologia Real View per dei test sul cuore di otto pazienti.


La tecnologia olografica applicata alla diagnostica può quindi rappresentare una nuova frontiera per quel che riguarda la scienza e la tecnica applicata alla medicina, con ricadute positive nell’assistenza e nella cura dei malati. Non a caso l’amministratore delegato della società israeliana RealView Imaging Ltd, Aviad Kaufman, è convinto del fatto che l’olografia medica in 3D sarà sempre più importante nella medicina e nella chirurgia con il miglioramento progressivo della qualità delle immagini e con l’aumentare dei test e delle prove cliniche effettuate, come appunto quelle già avvenute presso lo Schneider Children’s Medical Center di Petah Tiqwa.

Filadelfo Scamporrino

Filadelfo Scamporrino

Ing. Informatico, web content manager indipendente e, per siti e portali specializzati in flussi di notizie, pure business writer, back officer e human resources manager.
Filadelfo Scamporrino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *