L'italia è la quinta potenza mondiale nel settore turistico. Aumentano gli arrivi e la spesa media.
news

Turismo Italia al 5° posto per arrivi e giro d’affari

Con 48 milioni di arrivi e ben 33 miliardi di giro d’affari annuo, l’Italia per quel che riguarda il settore turistico è il quinto Paese al mondo. Fanno meglio, infatti, solo gli Stati Uniti, la Spagna, la Francia e la Cina che presentano dati superiori per quel che riguarda la spesa turistica internazionale.

Ci sta che l’Italia sia dietro a Cina e Stati Uniti, mentre la Spagna e la Francia in passato si trovavano dietro il Belpaese. L’Italia è ancora competitiva ed ha prospettive importanti, ma nel settore turistico lo scenario mondiale è in continua evoluzione se è vero che la Thailandia, al sesto posto al mondo con una spesa turistica pari a 32 miliardi di euro, si prepara al sorpasso.

Questo è quanto  è emerso dalla “Indagine campionaria sul turismo internazionale dell’Italia“, un Rapporto di Bankitalia su dati 2013 dell’Unwto, l’United Nations World Tourism Organization. La quinta posizione al mondo per l’Italia è confermata anche per quel che riguarda il numero dei turisti, ma in tal caso la prima piazza è occupata dalla Francia ed a seguire Stati Uniti, Spagna e Cina.

Negli anni, ha rilevato altresì la Banca Italia, gli arrivi in Italia sono aumentati a fronte di un contestuale aumento della spesa media sostenuta e di una diminuzione della durata media del soggiorno nel nostro Paese.

Nell’arco di tredici anni, dal 2000 al 2013, è inoltre cambiata radicalmente la spesa dei turisti all’estero. Nel 2000, infatti, a spendere di più erano i turisti americani con a seguire i tedeschi, gli inglesi ed i giapponesi. Tredici anni dopo, invece, a svettare sono i turisti provenienti dalla Cina che hanno superato gli Stati Uniti. Sul gradino più basso del podio, per quota di mercato inerente la spesa turistica mondiale, ci sono i tedeschi e poi i turisti provenienti dalla Russia.

Filadelfo Scamporrino

Filadelfo Scamporrino

Ing. Informatico, web content manager indipendente e, per siti e portali specializzati in flussi di notizie, pure business writer, back officer e human resources manager.
Filadelfo Scamporrino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *