Un'app aiuta gli utenti a selezionare e giudicare i servizi delle strutture ricettive in base all'accessibilità.
news

Turismo accessibile con il marchio di qualità V4a, Village for all

Quali strutture ricettive, in Italia come in Europa, sono pienamente attrezzate per ospitare non solo i disabili, ma anche i bambini e gli anziani? Ebbene, in Italia c’è una società di Ferrara che ha ideato il marchio di qualità V4a, Village for all, che punta proprio a selezionare le strutture idonee attraverso la raccolta di dati e la successiva elaborazione da parte di un software brevettato ed autofinanziato.

Il turista utilizzando l’app V4a può così scegliere per esempio un albergo dove trascorrere le vacanze potendo conoscere subito le caratteristiche della struttura in termini di accessibilità, dal numero e dall’altezza dei gradini presenti alla larghezza delle porte e passando per le dimensioni delle stanze, l’altezza del banco e la pendenza delle rampe.

L’applicazione si rivolge ad un mercato che vale potenzialmente ben 140 milioni di persone nel Vecchio Continente, alla ricerca di informazioni sul grado di accessibilità delle strutture ricettive, di cui 12 milioni solamente in Italia. L’applicazione, ideata dall’azienda guidata da Roberto Vitali, permette tra l’altro di selezionare non solo gli alberghi, ma anche gli agriturismi, i campeggi, i b&b e gli stabilimenti balneari potendo così scegliere la struttura più adatta in base alle esigenze del turista.

Per esempio, un non vedente che vuole trascorrere un periodo di vacanza in un albergo oppure in un agriturismo con l’app Village for all andrà a ricercare quelle strutture che permettono di far leva sulla presenza di percorsi tattili.

Le strutture ricettive idonee possono fregiarsi di esporre il marchio V4a con la clientela che a sua volta può andare ad esprimere un giudizio sull’ospitalità. La valutazioni sui giudizi, a differenza con quanto avviene per i portali online di recensione degli alberghi, sono affidate direttamente ad un team dell’impresa di Roberto Vitali che poi si occuperà di ricontattare le strutture ricettive verificando, tra l’altro, se ci sono stati cambiamenti nell’offerta.

Filadelfo Scamporrino

Filadelfo Scamporrino

Ing. Informatico, web content manager indipendente e, per siti e portali specializzati in flussi di notizie, pure business writer, back officer e human resources manager.
Filadelfo Scamporrino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *