OMS è l'algoritmo per l'attività di vigilanza sui vaccini.
news

Vaccini in Italia, nuovo algoritmo per le attività di vigilanza

Per l’attività di vigilanza sui vaccini nel 2013 è stato introdotto un nuovo algoritmo finalizzato a valutare il nesso di causalità: si chiama OMS e in Italia viene utilizzato in una versione semplificata per le categorie.

Sono 4 le categorie per andare a definire l’esito susseguente all’analisi dei segnali dei vaccini: la categoria ‘correlabile’, la categoria ‘non correlabile’, la categoria ‘indeterminato’ ed una quarta ed ultima categoria nella quale vengono inseriti gli esiti relativi a casi di segnali sui vaccini che non sono classificabili a causa di insufficienti informazioni che sono state fornite nel corso della segnalazione stessa.

In accordo con quanto riportato dal 4° Rapporto sulla sorveglianza postmarketing dei vaccini in Italia pubblicato dall’Aifa, l’analisi sulle segnalazioni di reazioni sospette anche nel 2013 ha riguardato tutte le principali tipologie di vaccino, dall’antipneumococcico all’esavalente passando per il tetravalente, il vaccino contro il morbillo, l’antimeningococcico, l’antinfluenzale stagionale. Ed ancora il vaccino trivalente, la vaccinazione HPV ed i vaccini contro la rosolia, la parotite e la varicella.

I dati e le analisi presenti nel Rapporto Aifa rappresentano un utile strumento di conoscenza e di approfondimento a favore degli operatori sanitari, che possono così avere un riscontro sui casi di reazioni sospette ed avverse a livello nazionale.

Inoltre, a partire dall’anno 2013, l’Agenzia Italiana del Farmaco partecipa all’Accelerated development of vaccine benefit-risk collaboration in Europe. Si tratta del cosiddetto programma ‘ADVANCE’, un progetto della durata di 5 anni che mira a fornire dati e strumenti utili alla Sanità Pubblica, alle Agenzie Regolatorie e agli operatori sanitari al fine di prendere decisioni rapide in materia di strategie vaccinali.

Filadelfo Scamporrino

Filadelfo Scamporrino

Ing. Informatico, web content manager indipendente e, per siti e portali specializzati in flussi di notizie, pure business writer, back officer e human resources manager.
Filadelfo Scamporrino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *